Sono tempi strani quelli in cui viviamo. Ricordi quando facevamo le foto con una vera macchina fotografica con la pellicola? È da lì che provengono tutti i nostri ricordi, con gli inconvenienti dello sviluppo.

All’epoca, la maggior parte di noi organizzava le proprie foto in un album o, in misura minore, in una scatola da scarpe. Ora, le nostre foto di carta sono completamente superate, e tutte le foto finiscono su uno smartphone, un tablet, un computer e a volte… una macchina fotografica, se ne avete una. Quindi, abbiamo le nostre foto, video e altri dati ovunque. Qui entra in gioco Amber.

Scoperto su un angolo di tavolo soleggiato al MWC 2019, Amber è un modo per raccogliere automaticamente foto, video, musica e altro materiale dai dispositivi collegati. Può farlo automaticamente, e memorizzarli tutti in un unico posto, e quel posto è una fortezza digitale che contiene tutti i nostri ricordi!

Come si può vedere nella foto qui sotto, ci sono molti componenti alloggiati sotto l’involucro nero dell’Ambra. Naturalmente, può sembrare un po’ grande, ma c’è un sacco di memoria (2 o 4TB a seconda della capacità scelta) e un router all’interno. Per il resto, penso che quello che fa Amber valga un dispositivo tre volte più grande.

Ho avuto l’opportunità di discutere con Pantas Sutardja, il creatore di Amber (ed ex fondatore del Marvell Technology Group), del primo prodotto della sua azienda. Considerando che l’utente può accedere ai suoi file praticamente ovunque con una comoda applicazione per Android e iOS, la domanda legittima da porsi è se Amber è una “nuvola personale “. Mi ha detto che voleva evitare il termine “personal cloud” e pensarlo invece come “la vostra piattaforma di cloud storage ibrida personale “.

Quindi l’idea è semplice: una famiglia ha sempre dispositivi collegati che sono pieni di foto, video e altri file. Ha senso dare loro una posizione sicura e centralizzata. Meglio ancora, se voglio mostrare a qualcuno un video o una foto che è su Amber, posso accedervi da qualsiasi luogo, a patto che io abbia una connessione. Tutto quello che dobbiamo fare è aprire l’applicazione dedicata, e possiamo accedere a qualsiasi foto, video o file.