Le auto elettriche sono le rappresentanti della new mobility. Si tratta di un segmento in crescita di anno in anno, e sono la pura espressione del futuro delle automobili.

Il nuovo concetto di mobilità non passa solo dall’alimentazione, ma vede innovazioni in molti campi, come in quello dei sistemi di assistenza alla guida. Eppure l’alimentazione è tra i più noti e i più importanti, anche in virtù dell’impatto decisivo nel costruire una mobilità sostenibile.

Non si tratta solo di un obiettivo moralmente corretto, legato al fare la propria parte per l’ambiente: scegliere le auto elettriche aiuta a diminuire i consumi e aumentare i risparmi. Nei prossimi paragrafi vedremo in che modo avviene tutto ciò.

 

Dalla benzina alla corrente elettrica

 

Le auto elettriche sono così importanti perché le emissioni sono abbattute del tutto. Non utilizzando del carburante fossile, come benzina o diesel, non è necessario alcun tubo di scappamento, poiché non vengono generati gas in alcun modo.

Le auto elettriche usano come alimentazione la comune corrente elettrica, sia che sia ottenuta dalle colonnine, sia che sia ottenuta dalla presa elettrica nel proprio box. Tale alimentazione, immagazzinata nella batteria della nostra auto, non genera alcun residuo.

Tutto ciò porta a porsi una domanda piuttosto interessante: il consumo elettrico ci costa più o meno di quanto ci costa il consumo di benzina?

Si tratta di una domanda più che legittima: non utilizzare più benzina non significa non spendere soldi nell’alimentazione della propria auto, ma che ciò viene spostato dalla pompa di benzina alla nostra bolletta elettrica.

Calcoli alla mano il consumo di energia elettrica resta maggiormente conveniente: Enel segnala che in media per 100 km di autonomia si consumino circa quattro euro in corrente elettrica. Un’auto a benzina consuma in media 5 litri di benzina ogni 100 chilometri: se un litro costasse 1,60€ avremmo un consumo di 8 euro.

 

Una serie di vantaggi

 

Sul lungo periodo un’auto elettrica può portarci a risparmiare notevolmente sul nostro consumo in termini di carburante. Non si tratta solamente di auto sostenibili, ma anche di auto in grado di farci risparmiare in maniera davvero netta.

I vantaggi delle auto elettriche sono in realtà diversi, a partire anche dalla manutenzione dell’auto stessa: eliminare il consumo di carburante elimina a sua volta l’usura di alcune componenti del motore, così come l’utilizzo di componenti specifiche dei motori a benzina.

La manutenzione di un’auto elettrica è certamente differente, ma non per questo impossibile o poco conveniente.

 

Passare alla new mobility

 

Anche le istituzioni fanno la propria parte nello spingerci verso il passaggio alla new mobility. Ogni anno vengono proposti degli ecobonus, in grado di sostenerci nell’acquisto di auto elettriche o ibride.

Tali ecobonus possono raggiungere i diecimila euro, e sono ideali per chi desidera cambiare auto e vuole utilizzare gli strumenti messi in campo per la diffusione della mobilità elettrica. Potete informarvi sia in rete, sia direttamente in concessionaria, dove solitamente sono molto aggiornati su tali bonus burocratici.

Le auto elettriche sono veri e propri gioielli tecnologici, con un costo che spesso sembra poco concorrenziale rispetto alle comuni auto a combustibile. Gli incentivi permettono di riequilibrare tale rapporto, rendendo le auto della new mobility molto più accessibili.

La new mobility rappresenta il futuro delle automobili, e sceglierla oggi significa davvero avvicinarsi a quello che sarà il nostro domani.